FONDI EUROPEI PER LA RICERCA

come ottenere finanziamenti a fondo perduto? 

Slide background
Euroconsulenza
per Ricerca e Didattica
Fondi europei
Priorità d'intervento
Ricerca di frontiera
Carriere dei ricercatori

La ricerca accademica in ambito ingegneristico, biomedico, scientifico ed umanistico è il vero motore dell'Unione Europea, è un fatto! Tutti lo dicono, ma nel contempo i governi che supportano davvero le università e i politecnici attraverso opportuni piani legislativi e finanziamenti pubblici sono pochi, troppo pochi per permettere alla Ricerca europea di crescere come merita.

Al contrario, l'Unione Europea eroga moltissimi finanziamenti a sostegno sia della Ricerca che delle carriere dei ricercatori, attraverso programmi a questi riservati in maniera esclusiva (in primis 7PQ Ideas e People/Marie Curie, ma non solo) o attraverso interventi trasversali rivolti alla Cooperazione tra realtà accademica e impresa.

Ciononostante anche le Università e gli altri enti di ricerca che la Commissione Europea identifica come prioritari per questi assi di finanziamento non sempre sono in grado di profilarsi correttamente in un contesto europrogettuale, e questo perché:

1) le loro direzioni e i loro staff amministrativi riscontrano molte difficoltà nel tenersi aggiornati sullo sviluppo dei piani di finanziamento UE e sulle loro specificità (incredibilmente eterogenee da caso a caso), inoltre difficilmente possiedono le competenze tecniche di Project Management richieste per poter partecipare alle Call europee e gestire Europrogetti in maniera conforme alle aspettative dell'UE;

2) solitamente i ricercatori accademici hanno difficoltà a capire che la loro coscienza dello stato dell'arte delle loro ricerche può essere molto diversa da quella che ne hanno i valutatori della Commissione Europea;

3) la loro expertise professionale è altamente settoriale e spesso gli impedisce di prendere in esame tutte le possibili applicazioni pratiche dei risultati delle loro ricerche. In tali condizioni anche il solo svolgere un'analisi di contesto (SWOT, PEST, etc.) efficace, una valutazione preventiva attendibile o mettere insieme un partenariato a cui delegare l'implementazione pratica del proprio Europrogetto può essere estremamente arduo.

Il nostro servizio di Advising per la Ricerca accademica mira a colmare tali lacune attraverso una ripianificazione dei propri obiettivi a breve-medio termine con lo scopo di rientrare nel novero dei beneficiari ad alta priorità per la Commissione europea. Il percorso si snoderà attraverso analisi previsionali, valutazioni strategiche sulle opportunità di cooperazione transnazionale/transfrontaliera e interregionale tra ricercatori UE e non UE (dal punto di vista sia dell'impatto accademico, sia di quello economico-commerciale), trovando il tempo di costruire insieme strategie di ricerca partner che vi permettano di costruire partnership progettuali di comprovata solidità ed efficacia, trasmettendovi anche tutti gli strumenti necessari a portare avanti in piena autonomia il monitoraggio dei bandi di vostri interesse e l'Europrogettazione, la gestione e disseminazione dei vostri progetti europei.